lunedì 15 febbraio 2016

tutti i libri (letti) del 2015

Ciao a tutte Eclissine belle!!!

come avrete notato mi sto prendendo del tempo per me e sono quasi sparita dal blog.. ho dato libertà alla mia dolce socia Cinzia di pubblicare i  post dei terminati che prima facevamo insieme, quando li ha pronti… io non sono più motivata come prima a scrivere…

ma oggi mi andava e intanto vi metto il post su tutti i libri letti nel 2015.. anticipandovi, dico la verità che non ho trovato nessun particolare nuovo amore :P fatta eccezione per La piuma, del mio amore Giorgio Faletti
andiamo per ordine cronologico

 

 

LA LIBRERIA DEI NUOVI INIZI

fatevi catturare dalla magia!

un libro davvero carino, seppur leggero, mi ha saputo incantare da subito col sul linguaggio
semplice, con la sua umiltà e la sua mancanza di pretese da best seller: è un libro che si fa leggere ed amare, che incuriosisce, che fa un pò invidia ai lettori accaniti, perchè, su, via, chi non vorrebbe ritrovarsi a gestire una vecchia libreria polverosa in cui gli spiriti degli scrittori famosi e morti... ti parlano?
è questo che accade a Shelter Island, a Jasmine, che ha da poco divorziato dall'ex marito e che deve riprendere in mano la sua vita e i pezzi rotti del suo cuore infranto... e quale miglior posto per iniziare una nuova fase della propria esistenza se non nella libreria della zia?!?!?!!?
consigliato a tutti.. soprattutto donzelle, che vogliono un libro piacevole per fantasticare un po’ sull'amore romantico!
 

 

 

 

MI CHIAMO CHUCK

Mi chiamo Chuck, soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo, ma mi faccio leggere tutto d'un fiato fino all'ultima pagina!!!

credo che il maggior pregio di un libro, di qualsiasi genere, sia il farsi leggere bene, la godibilità, il senso di voler leggere ancora ancora fino alla fine senza mai esserne totalmente sazi.
nonostante questo non sia il libro più bello letto nei miei giorni, è un libro che mi ha preso, molto, a cui non riuscivo proprio a staccarmi, che mi ha trascinato a notte fonda piena di curiosità di sapere cosa sarebbe successo nelle pagine successive ma soprattutto come sarebbe finita tutta la storia.
ovviamente la trama non è che sia particolarmente ricca di suspance o colpi di scena clamorosi da libro giallo per intenderci!, ma invoglia lo stesso a proseguire senza quasi voler smettere mai.
benche sia un clinico, non ho trovato banalizzato il disturbo ossessivo compulsivo così come è stato descritto nel libro, ma sebbene stereotipato al massimop, è riuscito lo stesso ad emergere la sottile sofferenza che in realtà prova una persona afflitta da questo tipo di patologia, che sebbene risulti un pò comica e decisamente "cinematografica", relega la persona ad un vero e proprio stato di handicap rispetto alla quotidianità.
molto carino per adolescenti ed adulti, fa anche un pò riflettere nelle menti portate a farlo!
Chuck, che sarebbe Charlie ma non ce lo chiama nessuno, è un ragazzino adolescente con il disturbo ossessivo compulsivo. con solo due amici, Steve e Kanha e una serie di routine e compulsioni invalidanti che non lo lasciano nemmeno dormire una notte filata, prende coscienza del suo problemi e forzato dai preoccupatissimi genitori, prova a a lavoraci con la dottoressa S, ma è solo dopo l'arrivo a scuola di Amy che lui troverà la chiave per rimettere in gioco tutto se stesso e provare a diventare un ragazzo "normale".




LA BUSSOLA D’ORO

forse l'autore ha davvero perso la Bussola.....

è un libro "mah"... era iniziato nel migliore dei modi... una "monellaccia" di nome Lyra, curiosa e spavalda crescita nel Jordan college combina un sacco di guai insieme alo suo amico Roger.. un Gyziano. Gli umani, che forse non sono proprio umani come noi, hanno l' anima esterna, collocata in un animaletto, il daimon, che li segue sempre e fino alla pubertà cambia forma e animalosità... pure i Gyziani hanno l'animale daimon... però poi ci sono gli ingoiatori che rapiscono i bambini.. c'è la polvere.. su al Nord e non si saprà mai se sia cosa buona o cattiva... ci sono fughe e orsi corazzati da avere come nemici spietati o migliori amici... c'è l'aletiometro, una strana sottospecie di bussola, che secondo me nemmeno l'autore stesso ha bene in mente come sia realmente fatto, perchè non riesce a descriverlo per bene....
e in questa storia che apre una trilogia, tra i vari personaggi che non si riesce a collocare nè dalla parte dei buoni nè da quella dei cattivi, la cosa che mi ha dato veramente più fastidio è stata che poco dopo la metà del libro, l'autore stesso sembra perdersi, come se npon avesse chiaro in mente manco lui, dove la trama sarebbe andata a parare.. è come se anche lui si fosse perso in questo infinito Nord bianco e illuminato dalle luci Ambariche... e non sapesse più come giostrare gli strani personaggi da lui partoriti... il primo appunto di una trilogia cheper me finisce di certo qui, senza la minima curiosità di sapere se poi da qualche parte va a parare veramente, oppure no!

 

 

IL PROFUMO DEL PANE ALLA LAVANDA

molto carino
una casa strana con un giardino magico in cui c'è un melo che fruttifica mele magiche che fanno vedere il futuro, due sorelle che si sono allontanate e che la vita costringe a riavvicinarsi, un futuro in cui credere con figlie e nipoti da crescere, sono gli ingredienti di questo libro molto carino, seppur leggero, giustissimo per dedicarsi a letture piacevoli :)
curiosità:
il titolo che sembra così particolare, in realtà rappresenta il lavoro di una delle due sorelle, che ha un catering personale e cucina con le erbe prodotte dal magico giardino!

 

 

 

 

 

 

INFERNO

una lettura da Inferno!!!! ;(

mah. non mi ha preso per nulla la lettura appunto per me infernale dell'ennesimo libro di Dan Brown in cui c'è come protagonista Robert Langdon... non voglio assolutamente screditare l'autore, di cui ho letto quali tutto, e anzi riconosco la sua indubbia bravura, la capacità sempre mooolto a ffascinante di intrecciare dettagli artistici reali alla narrazione... benchè abbia ricalcato lo stesso format del Codice Da Vinci e di Angeli e Demoni, ho faticato a leggerlo con un vero interesse. Alcune volte ho visto delle forzature eccessive li dove sarebbe dovuto esserci il pathos per la lettura... una Firenbze per me "eccessiva" e troppo trasformata.. Venezia e Instanbul.. insomma, TROPPO.

 

 

 

 

 

 

FAI BEI SOGNI

Bello come i sogni che il titolo invita di fare! :)
come si fa a dare un giudizio ad un dolore, alla storia di un dolore, alla storia stessa della vita e del dolore personale dell'autore del libro?
Bellissimo il finale inaspettato, intenso, commuovente, un po' lento all'inizio ma che poi si lascia perdonare.
Bellissima la frase "Se un sogno è il tuo sogno, quello per cui sei venuto al mondo, puoi passare la vita a nasconderlo dietro una nuvola di scetticismo, ma non riuscirai mai a liberartene".
bello! mi ha colpito molto e non l'avrei mai pensato rispetto a come non mi stava prendendo all'inizio...
bello! mi ha colpito molto e non l'avrei mai pensato rispetto a come non mi stava prendendo all'inizio....

 

 

 

 

 

L’ULTIMA RIGA DELLE FAVOLE

mah...
mi verrebbe solo da scrivere un grande MAH di questo libro di Gramellini... la brutta copia riuscita male dell'altro, dove già aleggiava la minaccia di scrivere questo... le terme dell'anima sono terme sul filo del macabro-thriller, dove il tempo è sospeso, e l'anima ripercorre tutta la tua vita...ci sono vestali nere, l'uomo androgino ad anfora che rac-canta le sue novelle moraliste... il dio delle acque e la Voce che Viene da Dentro... un misto tra l'onirico di Murakami e la ricerca spirituale del proprio essere, dei propri sogni e dell'anima gemella simil Coelho... un mix decisamente mal riuscito!
c'è sempre un forte riferimento autobiografico dell'autore rispetto alla scomparsa prematura della madre, velata di un certo rammarico per aver deturpato tutte le relazioni successive... e rispetto al primo cambiano alcuni dettagli sul rapporto con il padre... cosa che ho detestato, perchè mi ricordo cosa hai scritto nel primo e mi sento presa in giro....
NON CI SIAMO! continua a fare il giornalista... il primo ok...  
ma fai il giornalista!






OSCAR E LA DAMA IN ROSA

una storia triste....
no amo i libri piccoli, brevi.. mi pare già dal formato che abbiamo meno da dire rispetto a quelli con più pagine... a me piace perdermi nelle storie, nelle dimensioni... dimenticarmi del tempo.. vivere intensamente altre esistenze.. e escludendo Siddartha, fino ad oggi non ho mai ritrovato questo mio bisogno in un libro di poche pagine... questo conferma solo la regola....
narra una storia triste, sulla vita. sulla morte, sulla fede.,.. si legge bene, è una grande metafora... Oscar sta per morire di Leucemia e sotto consiglio di Nonna Rosa vive ogni giornata come se fossero 10 anni di vita... purtroppo non è riuscito a toccarmi a fondo il cuore.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL PICCOLO PRINCIPE

una favola per adulti
Bellissima la parte in cui c'è la volpe... per il resto boh.. non è una favola per bambini... molto bello in discorso di "addomesticarsi".. dell'essere unici l'uno per l'altro... ma odiosa e fastidiosa la ripetizione ogni mezza pagina "quando il piccolo principe pone una domanda non la lascia mai cadere"... ancora non abbiamo sintomi di Alzheimer :P

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MARE AL MATTINO

un libro molto, troppo attuale
bello! finalmente un libro bello, che mi è piaciuto, non tanto per la storia in se narrata, che è inevitabilmente triste, ma per il ritmo con cui è stato scritto questo libro, un libro serrato, un libro che non puoi chiudere che non puoi smettere di leggere, che ti viene da tracannare tutto d'un fiato, fino alla fine... una storia attuale, con la guerra in Africa e le persone che sfidano la vita accalcandosi su soffocanti barconi di morte... c'è sempre un Saddam da cui fuggire... a volte ci sono parole arabe che non si capiscono, ma quello che guida il lettore è questo ritmo come una corsa perdifiato.. della vita verso la vita, verso altre vite possibili... quando lo sono...
gente che scappa o che è scappata tanto tempo fa come coloro che "colonizzarono" Tripoli in epoca fascista, un po' d'Italia li dove l'Italia era lontana.. dove la terra era diversa, dove c'era molto arabo.. dove i"civilizzati" si innamorano della saggezza dei berberi che sanno capire il deserto... un libro che mi ha fatto pensare alla canzone Aida di Rino , in cui la storia d'Italia si ripete in un ciclo continuo.. e c'è Angelina, italiana Tripolina che è stata araba fino ad 11 anni e che adesso è in Italia ed è mamma di Vito, che ha quasi trent'anni, e ancora non sa cosa fare della vita, si chiede se e quale senso abbia... e c'è Farid figlio di Omar e Jamila, nipote di Nonno Mussa.. Farid è piccolo... intorno si sentono spari.. jeep che passano e mitragliatrici che esplodono verso la povera gente.. quando viene colpito Omar, Jamila decide di provare anche lei a vedere dove il barcone della speranza porterà lei e il suo piccolo.. e Farid .. quando la vita diventa un filo troppo sottile a cui potersi aggrappare, pensa agli occhi della sua amica gazzella, che era riuscito ad avvicinare e alla quale portava da mangiare dietro le mura di creta.. gli occhi della gazzella, una delle immagini più belle di tutto il libro.. forse quella che racchiude il senso del tutto, che ci rimanda alle bestie che siamo, alla bestialità dell'uomo ma anche al suo rapporto con la vita e con il mondo, importanti come un granello di sabbia finché i nostri occhi non toccano il cuore di qualcuno...

 

 

 

 

IO SONO FEBBRAIO

Ennesima Furbata Letteraria, soprattutto grafica
devo fare un paio di respiri profondi prima di buttare giù le prime due parole che mi verrebbero su sto libretto e chiuderla qui secca.
Io sono febbraio è un libro senza trama... o comunque con una trama talmente strampalata che sarebbe davvero difficile raccontarlo...per capirlo, per cercare di capirne il senso, se ne ha, che non è detto, credo non basti leggere tutte le recensioni di Anobii... ho letto che potrebbe essere un allegoria della forte oppressione sociopolitica di questo attuale momento storico.. potrebbe...
di fatto nel libro siamo nella stagione di febbraio... che dura oltre 900 giorni.. nevica di continuo... e quindi io lì a pensare che bello..e freddo.. tutti coi camini accesi.. io amo il freddo.. no.
No. il problema di Febbraio non è il freddo... la mancanza di produzioni agricole.. il problema maggiore è il volo. Da quando è iniziato Febbraio non si vola più. gli uccellini cadono morti dagli alberi. palloni, mongolfiere ad aquiloni non volano più... Bianca p piccola, è figlia di Selah e Thaddeus Lowe.. si disegna aquiloni colorati nelle braccia e nelle mani... ed un giorno sparisce così come tantissimi altri bambini... un tipo, Caldor Clemens insieme a Thaddeus progettano una ribellione a Febbraio insieme ad un gruppo chiamato La Soluzione e consigliati dal Professore... pure i bambini scomparsi che vivono sottoterra progettano un piano contro febbraio... e c'è pure Lo Sforzo Bellico ad aiutare... poi ci sono i Membri della Guerra numerati da 1 a 6 che sono i tizi con le maschere di uccello colorate, disegnati in copertina.. c'è una pagina del libro in cui ciascun personaggio parla in prima persona e questo da luogo ad una corale di voci che confondono ancora di più la narrazione perché niente dentro queste pagine ha un filo, logico o non.. anzi il filo c'è ed è blu... e lega le pergamene scritte dalla Ragazza che sa di Miele e di Fumo, moglie di Febbraio, che fa cadere le pergamene attraverso i due buchi del cielo...e Febbraio, alto e magro, in realtà dice di chiamarsi Costruttore di Case...
alla fine tutto si sghiaccia senza un evento in particolare a favore del cambiamento.. ci sono due soli immensi Giugno e Luglio e molti bambini diventano addirittura ciechi a forza di fissarli...
a peggiorare ulteriormente il tutto ci sono caratteri molto grandi che si alternano a caratteri piccoli...
benchè il libro non mi sia piaciuto, perché non ne riesco a trovare un senso...e ricorda molto le pagine oniriche di Murakami, è un libro che si legge bene, non annoia mai. non ci sono descrizioni prolisse, solo dialoghi inutili, ma anche quando è palese che sia sono una trovata letteraria, un 'esercitazione alla scrittura creativa, riesce a mantenere la curiosità di voler vedere come finisce... e alla fine il volo torna.
MAH

 

 

 

 

UNA VITA SOTTILE

quell'energia e quella forza vitale che si respira così intensamente in adolescenza
bello, intenso, con un'energia che fluisce e fa danzare il lettore nelle pagine, in modo incredibile... Chiara racconta la sua adolescenza attraverso gli amori, le amicizie e i professori che per lei sono stati punti fermi e rare certezze durante l'uragano dell'adolescenza.. un adolescenza difficile, culminata nella bulimia..che però rimane sempre un velo nella narrazione, non se ne parla chiaramente fino all'ultimo... ma c'è luce in fondo al tunnel, il desiderio di guarire.. e la rinascita.. per ricominciare a vivere e scrivere libri così belli!

 

 

 

 

 

 

 

LA PIUMA

una poesia bellissima

è un libro bellissimo, una poesia intensa e delicata allo stesso tempo come solo Faletti sapeva scrivere.. lascia commossi emozionati, senza parole, non servono parole per volare.... basta una piuma...
un finale incredibile, fantastico e sicuramente metaforico, ma a volte è veramente così difficile lasciarsi andare, inseguire i segni, i sogni, i segnali della vita???
*piovonocuori*
le illustrazioni sono oscene e indegne di un tale capolavoro di poesia e leggerezza
 










voi  conoscete qualcuno di questi libri? li avete letti???
un grande Bacio dalla vostra Papina :*

1 commento:

  1. Ciao tesorina...che bello leggere i tuoi post!! di questi libri non ho letto nulla ma son ritornata a leggere e ho appena finito un libro di Charlotte Link "L'inganno"...è il secondo che leggo e l'adoro. Vorrei trovare "Nobody" (sempre suo!!). Ora sto leggendo Dannati di Glenn Cooper che mi sta prendendo un sacco...se non fosse che la piccola e la stanchezza non mi fan proseguire la lettura :-(((... Se non li conosci te li consiglio..ovvio deve piacerti il genere ^_* Tvb e sappi che ci son sempre tesorina!!! Non smettere di scrivere...questi post son stupendi e son fonte di ispirazione!

    RispondiElimina

♡ Grazie per i Vostri graditissimi Commenti!!! ♡